“Confessioni di un Trasformista”, il primo libro sul tema

7 mesi fa
23 Luglio 2020
di antonio gargiulo

Immaginate di trovarvi in un camerino di teatro, in una pausa sospesa nel tempo, tra uno spettacolo e l’altro. L’odore delle tavole polverose del palcoscenico vi penetra le narici e riempie la testa di suggestioni, nelle orecchie ancora l’eco di applausi e risate… quella è polvere di stelle, dopotutto!

All’ingresso del camerino vi accoglie il performer, l’artista. Vi invita a mettervi comodi, disponibile a rispondere a tutte le curiosità, aperto a raccontarsi liberamente con voi, in piena ed esclusiva confidenza. Ha ancora la pelle imbrattata dal trucco e indossa l’ultimo abito di scena. L’ultimo di tanti. Sì, tanti abiti, perché l’artista in questione è Luca Lombardo, ed è un trasformista.

Queste sono le sensazioni che si vivono leggendo il libro di Luca, “Confessioni di un Trasformista”, pubblicato in autoproduzione e primo in classifica Amazon per diverse settimane. Si tratta di un libro pratico, un manuale per addetti ai lavori, il primo in lingua italiana, completo e dettagliato sull’argomento del quick-change. Luca infatti, è un autodidatta, ha costruito le sue performances fidando su una granitica forza di volontà, curiosità e fantasia inesauribili, che l’hanno spinto – lo racconta anche nel libro – a raccogliere faticosamente indizi e pezzi da rimettere assieme con senso logico non scontato, i segreti del Trasformismo Fregoliano. Ma si tratta anche di un libro interattivo. Con una geniale e sensibilissima trovata, Luca Lombardo ha inserito nel libro dei QRcode, utilizzabili tramite cellulare per accedere a numerosissimi, gustosi e impensabili contenuti speciali.

Come fanno i trasformismi a cambiare abito anche 20 volte in pochi minuti? quali sono i “trucchi”? Ha un fratello gemello? Queste e tante altre domande e curiosità trovano sazietà grazie a questo libro.

E’ un libro che somiglia ai suoi spettacoli, da uno spunto si passa a tanti altri, da un cassetto saltano fuori tantissime storie, personaggi, aneddoti, il tutto affrontato con semplicità, leggerezza, un gustosissimo tono confidenziale che dà l’impressione al lettore di accedere ai segreti dell’arte del trasformismo. Opera prima questa di Luca Lombardo, che pone fine a più di un secolo di oscurantismo sull’argomento e che ha l’ambizione legittima e centrata di essere manuale per neofiti e professionisti e testo di avvicinamento per all’arte della performance per un pubblico curioso, attento, innamorato, rispettoso, affascinato. Un pubblico che, come per magia, sembra somigliare via via sempre di più al suo autore!

E’ possibile reperire il libro a questo link