“Festa dell’Unicorno”, tutta la magia dell’edizione 2019

1 anno fa
28 Luglio 2019
di gaetano cutri

Sono ben 9 le aree tematiche che quest’anno, la “Festa dell’Unicorno”, che si è tenuta nel pittoresco borgo di Vinci in Toscana, pur sfidando la pioggia del weekend, ha offerto ai suoi numerosi visitatori.

Dall’evocativo nome della manifestazione è molto facile intuire quanto ci sia in relazione al fantasy, ecco quindi apparire all’orizzonte una “pericolosa” Baia dei pirati con spettacoli a tema marinaresco, con arcigni bucanieri ma anche con ammalianti sirene, così come l’Abisso di acciaio, tutto dedicato al mondo della fantascienza, in special modo in relazione al piccolo e al grande schermo, con un occhio di riguardo per l’universo di “Doctor Who” e quello di “Star Wars”.

Tanta paura nella Città degli incubi, la zona interdetta ai deboli di cuore abitata da spaventosi zombie ma anche da coinvolgenti escape room pronte a mettere alla prova la capacità di sfuggire da una stanza chiusa.

Sbuffi di aria calda nella Valle del vapore, una zona tutta dedicata allo stile steampunk tra ingranaggi e cappelli dalle forge più strane, mentre il Villaggio degli gnomi ha reso ancora più interessante l’evento ai più piccoli insieme ai piccoli abitanti del mondo fatato.

Altrettanto ha fatto la zona della Rocca incantata dove magici artisti di strada si incrociavano con streghe e creature fantastiche, mentre la Cittadella dei cavalieri ha creato un’ambientazione storica dove gli spettacoli di falconeria hanno reso tutto più magico.

La Corte dei sogni tra danze gotiche e giocolerie ha ricreato addirittura un set ispirato al Signore degli Anelli e al Trono di Spade, mentre Fumetti e follie, come il nome chiaramente suggerisce, ha fatto la felicità degli appassionati dei mondi di carta ed inchiostro.

Queste le 9 aree in cui si sono tenuti eventi imperdibili per tutti gli appassionati del fantasy, da danze leggiadre di fate e sirene fino ad evocativi show di falconeria, passando per duelli all’arma bianca piacevolissimi da seguire e parate che hanno visto personaggi che sembravano realmente usciti dai mondi fantastici trasportati nella vita reale.

Se di giorno il vasto programma ha reso l’esperienza magica, con appuntamenti divertenti come gli spettacoli di artisti della danza e della magia, nonché presentazioni di volumi legati all’universo del fantastico, la sera la “Festa dell’Unicorno” è stata una gioia per occhi e orecchie con le esibizioni di gruppi ed artisti che hanno coinvolto il pubblico nell’area palco, dal magico “Tim Burton Show” della Spleen Orchestra, dedicato ad uno dei maestri del cinema da sempre legato ai temi oscuri della magia e del fantastico, fino all’immancabile presenza di Cristina D’Avena, diva di grandi e piccini che, fiera del successo del suo ultimo cd di duetti, ha incantato la piazza con alcune delle sigle più famosi di ieri e di oggi. 

Anche questa nuova edizione della “Festa dell’Unicorno” ha deliziato il numerosissimo pubblico con un numero vastissimo di attività che hanno incantato i visitatori occasionali ed hanno finalmente deliziato i fan del mondo nerd e del fantastico in senso lato, con appuntamenti irresistibili ed una serie di ospiti preziosissimi.

Gaetano Cutri

Foto di Sergio De Pierro

temi di questo post