In-Box: al via la VI edizione

7 anni fa
29 Aprile 2014
di admin

Il progetto di Straligut Teatro volto a creare un’ampia rete teatrale sul territorio nazionale e dare maggiore visibilità agli artisti della scena contemporanea.

logoÈ giunto al VI anno il progetto nato da un’idea della Straligut Teatro, associazione culturale di Siena (con residenza a Monteroni d’Arbia) che dal 2004 opera nell’ambito della promozione e diffusione teatrale. L’obiettivo è quello di sostenere la scena teatrale contemporanea dando spazi “concreti” ad artisti e compagnie emergenti: In-Box, infatti, nasce non solo come bando nazionale che permette ai vincitori di circuitare in una rete teatrale nazionale, composta da ben 30 partner che ospiteranno gli spettacoli, ma si preoccupa anche di dare visibilità a quelle realtà teatrali che non hanno spazio per esprimersi e confrontarsi. In questo senso In-Box (www.inboxproject.it) si avvale della collaborazione di Fondazione Toscana Spettacolo e della partecipazione di AMAT (Marche), TPP (Puglia) e, da quest’anno, di Fondazione Live -Piemonte dal Vivo e A.T.C.L. Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio; inoltre ai 16 partner storici quest’anno se ne sono aggiunti altri 14: è così che In-Box da’ realmente l’opportunità alle 4 compagnie finaliste di fare una tournée retribuita. Ed è questa un’altra caratteristica unica del progetto: i vincitori non avranno solo l’opportunità di esibirsi su palchi di tutta Italia, ma la Giuria assegnerà loro complessivamente 38 repliche ad un cachet fisso di 1.000 euro cadauna. È un modo per legittimare il mestiere del teatro e dare dignità agli artisti, quella dignità che sarebbe un diritto di ogni professionista e che oggi sembra essere più un privilegio.

Il bando In-Box è uscito lo scorso 10 marzo e si è chiuso il 14 aprile con un numero record di partecipanti: ben 319 provenienti da tutta Italia. I soggetti interessati si sono registrati sul sito compilando un form apposito e caricando il video integrale dello spettacolo. L’elenco dei partecipanti è già visibile sul sito (www.inboxproject.it/partecipanti.php?lang): oltre al video sono presenti cast and credits, scheda artistica e tecnica degli spettacoli in gara. Già questo è un modo per mettere letteralmente “in rete” i prodotti artistici delle compagnie iscritte al progetto, farsi conoscere da più utenti possibili (tra cui produttori e direttori dei teatri). Bisogna ora aspettare la fine della prima fase di selezione: il 10 maggio, quando la Giuria individuerà i 4 spettacoli finalisti. Per loro la Straligut Teatro ha organizzato due finali dal vivo insieme a tre partner facenti parte del sistema di residenze della Regione Toscana (Teatro Cantiere Florida e Murmuris Teatro col progetto di residenza multidisciplinare Flow, e Teatro delle Arti/Teatro Popolare d’Arte): infatti le presentazioni dal vivo degli spettacoli in forma integrale si avranno nei giorni 29 e 30 maggio presso il Teatro Cantiere Florida di Firenze e il Teatro delle Arti di Lastra a Signa (FI). La Giuria, composta da un rappresentante di ogni partner di In-Box, assegnerà il premio secondo diversi criteri (qualità artistica, capacità di parlare a più pubblici, ciclo di vita dello spettacolo, vitalità e freschezza); ogni giurato sceglierà autonomamente quale spettacolo ospitare presso il suo spazio e, per dare ancora più risonanza sul territorio alle rappresentazioni, sarà richiesto alle compagnie di produrre (sempre retribuite) un progetto di formazione rivolto al pubblico da affiancare alla replica dello spettacolo.

Non resta, quindi, che aspettare il prossimo appuntamento che chiuderà la seconda fase di selezione: la conferenza stampa del 26 maggio prossimo, che si terrà a Firenze e in cui verrà presentata la finale dal vivo degli spettacoli vincitori e le novità assolute di questa sesta edizione di In-Box. Inoltre sarà occasione per conoscere il nuovo motore di ricerca teatrale Sonar (www.ilsonar.it), progetto “gemello” di In-Box: novità assoluta di questo 2014. Si tratta di una piattaforma web completamente gratuita (una sorta di archivio di In-Box), al momento comprendente già oltre 600 spettacoli: scopo del progetto è di creare uno strumento che possa rendere visibili le compagnie emergenti (non solo quelle in senso anagrafico, ma anche quelle che non hanno ancora avuto la loro opportunità per farsi conoscere) e dare maggiore possibilità di ricerca di nuovi talenti agli operatori e agli addetti ai lavori. Sonar è il primo database del teatro contemporaneo italiano in cui si trovano video, schede di presentazione, schede tecniche e ogni altro dettaglio «utile alla creazione di relazioni semplificate, efficaci, fertili»; è un modo per mettere in connessione domanda e offerta.

In-Box si presenta come «un esperimento unico in Italia: una rete di teatri, festival e soggetti istituzionali che ricerca, seleziona e promuove le eccellenze teatrali emergenti. Concretamente, In-Box agisce a sostegno della distribuzione per supplire in parte ad una carenza ormai cronicizzata del sistema teatrale italiano: la possibilità per le compagnie di far circuitare i propri spettacoli a condizioni economiche dignitose e in contesti adeguati. Dare spazio al “repertorio”, distogliendo l’attenzione dalla ricerca spasmodica di inediti e debutti, contribuisce a fornire alle compagnie lo spazio fisico e mentale per far respirare il proprio lavoro, farlo crescere, metterne alla prova senso e solidità».

I partner di In-Box:

16 partner storici: Armunia / Festival Inequilibrio (Castiglioncello, LI), Arti Vive Habitat (Soliera, MO), Fuori Luogo (La Spezia), ITC Teatro (San Lazzaro di Savena, BO), Kilowatt (Sansepolcro, AR), Opera Galleggiante Festival (Piadena, CR), Rete Teatrale Aretina (AR), Santarcangelo 12,13,14 Festival Internazionale del teatro in piazza / Teatro degli Atti (RN), Teatri di Vetro Festival / Triangolo Scaleno Teatro (Roma), Murmuris Teatro (FI), Teatro Comunale di Casalmaggiore (CR), Teatro del Cerchio (PR), Teatro delle Arti (Lastra a Signa, FI), Teatro dell’Olivo (Camaiore – LU), Teatro Portland (TN), Teatro Supercinema / Straligut Teatro (Monteroni d’Arbia, SI), Teatro Vincenzo da Massa Carrara (Porcari, LU).

14 nuovi ingressi: Circuito Teatro Stabile dell’Umbria, Concentrica (Piemonte), Festival Città delle 100 Scale e Gommalacca Teatro (PZ), Elsinor Teatro Stabile di Innovazione (MI), Interno 5 / Rete Piccoli Teatri Metropolitani (NA),  Kronoteatro (Albenga), La Città del Teatro (Cascina, PI), La Piccionaia – I Carrara Teatro Stabile di Innovazione (VI), Minimal Teatro (Empoli, FI), Officinateatro (CE), Operaestate / B.Motion (Bassano del Grappa, VI), Teatro Cantiere Florida (FI), Teatro PimOff (MI), Zoom Festival (Scandicci, FI).

Mariagiovanna Grifi