L’INVENZIONE DELL’AMORE al Teatro Biblioteca Quarticciolo

1 settimana fa
18 Ottobre 2020
di antonio gargiulo

L’INVENZIONE DELL’AMORE, progetto a cura di Alice Rohrwacher e Luciana Fina

Oggi alle ore 18.00 al Teatro Biblioteca Quarticciolo una serata dedicata a L’invenzione dell’amore, poema scritto dal poeta capoverdiano Daniel Filipe nel 1961. Tradotto da Alice Rohrwacher e Luciana Fina, per ricordare e scoprire questa opera attraverso la lettura in musica di Elena Bucci accompagnata da Raffaele Bassetti.

Lo straordinario film di António Campos tratto dal poema e gentilmente concesso dalla Cinemateca Portuguesa in collaborazione con la Cineteca di Bologna, la videoanimazione di Mara Cerri e Angelo Loy. Inoltre la mostra dei 12 manifesti di Mara Cerri stampati in serigrafia da Else Edizioni e Orecchio Acerbo. Il progetto, a cura di Else Associazione e Orecchio Acerbo, è realizzato con il contributo della Regione Lazio.

Il progetto prevede una lettura in musica con Elena Bucci accompagnata da Raffaele Bassetti, il film a firma di António Campos.

L’invenzione dell’amore, (A invenção do amor), è un poema portoghese scritto nel 1961 da Daniel Filipe, piena dittatura di Salazar, immediatamente proibito dalla censura. L’autore venne perseguitato e torturato. Non ci sono molte notizie sul suo conto: di origine capoverdiana emigrato in Portogallo da bambino, lavorava come giornalista e morì prematuramente a soli 38 anni, nel 1964.

Non seppe mai come andò a finire la dittatura, perché non fece in tempo a vederne la fine. Neppure seppe che le sue parole, annunciando la storia di una liberazione attraverso una incontenibile e irrefrenabile epidemia di amore e di ribellione, infiammarono i cuori rivoluzionari dei portoghesi dieci anni dopo la sua morte.
Raccontando di un contagio inverso a quello che in questi mesi stiamo vivendo, il poema di Daniel Filipe continua a parlarci di un futuro di fiducia, speranza e libertà.

Ti potrebbe anche interessare QUESTO
Per altre informazioni clicca QUI