MAMMA MIA!

3 anni fa
25 Agosto 2017
di mariagiovanna

In Versiliana, la nuovissima produzione di Massimo Romeo Piparo con PeepArrow.

Il titolo è tutto un programma per descrivere un musical della portata di “MAMMA MIA!”. Divertente, passionale, avventuroso: contiene in sé tutti gli ingredienti di un buon musical, ricchissimo ma vestito di un semplice costume di scena. Già in cartellone nei più importanti teatri d’Italia, la nuova produzione di Massimo Romeo Piparo e della compagnia PeepArrow arriva al teatro La Versiliana di Pietrasanta, lasciando grande entusiasmo nel pubblico che è accorso numerosissimo, tanto da richiedere una seconda recita.

Conosciuto soprattutto nella versione cinematografica del 2008, “MAMMA MIA!” sembra un grido esuberante al potere femminile, al fascino, alla forza, all’essenzialità colorata dell’anima delle donne, così complicate nella loro lotta interiore fra cuore e cervello, così piene di sorprese, protagoniste perfette di un musical ambientato sulle rive di un’isola greca, tra il blu del cielo e l’orizzonte del mare che rappresenta la libertà. Le ambasciatrici di questo manifesto sono Donna Sheridan e le Dynamo che danzano e cantano “Dancing Queen”: Sabrina Marciano, Elisabetta Tulli e Laura di Mauro. Oltre a loro la giovane Eleonora Facchini nei panni di Sofia, una ragazza piena di vita in cerca della propria identità. Nomi noti nel mondo del teatro da affiancare a nomi ancor più noti: dal cinema al set di “MAMMA MIA!”, Paolo Conticini, Luca Ward e Sergio Muniz sono Sam, Romolo ed Enrique, corrispettivi di Sam, Bill ed Harry. Piparo adatta i personaggi alle caratteristiche umane dei tre attori, che prendono parte alla messinscena con impegno, simpatia e con uno spirito di divertimento portato a livelli che solo il genere musical può toccare.

Il “MAMMA MIA!” di Piparo suscita tutte le emozioni che un buon musical porta con sé: coinvolgimento del pubblico, risate, commozione, coraggio e tenerezza. Ma sono degne di nota alcune caratteristiche vincenti: la scenografia di Teresa Caruso e l’esecuzione dal vivo delle musiche degli Abba, tradotte in italiano, riadattate e dirette da Emanuele Friello; espediente di successo, quello dell’orchestra da vivo, ma raro in un genere teatrale che dovrebbe configurarsi sempre come opera d’arte totale.

Meno convincente è l’uso delle proiezioni video su un lato della scenografia: da una parte sembra voler conciliare, per la doppia natura teatrale e cinematografica del titolo e dei tre attori citati, cinema e teatro; dall’altra tende a risultare ridondante in mezzo a una scenografia già di per sé così ricca, rischiando di distogliere l’attenzione dal sensazionale corpo di ballo e dagli ingegni scenotecnici come il pontile in movimento, la presenza di acqua in scena, la casa/hotel di Donna che si apre, si chiude e si muove splendidamente coma una casa di bambole. Da segnalare alcune limitazioni tecniche del teatro de La Versiliana, che non ha permesso di montare lo schermo a led come previsto dal piano scenografico originale e per cui ci auguriamo di rivedere il musical in uno spazio alternativo. Tuttavia la luce delle stelle del teatro all’aperto sembra la giusta location che corona l’isola greca della scenografia e del plot.

Pietrasanta – LA VERSILIANA, 3 agosto 2017.

Benedetta Colasanti

MAMMA MIA! – Musica: Abba; regia: Massimo Romeo Piparo; interpreti: Luca Ward, Paolo Conticini, Sergio Muniz, Sabrina Marciano, Elisabetta Tulli, Laura di Mauro, Eleonora Facchini, Jacopo Sarno; adattamento musicale: Emanuele Friello; produzione: PeepArrow Entertainment; coreografie: Roberto Croce; scene: Teresa Caruso; costumi: Cecilia Betona; suono: Alfonso Barbiero; luci: Daniele Ceprani.