Pietrasanta: Concerto di San Biagio

3 settimane fa
2 Febbraio 2021
di mariagiovanna

Ritualità ai tempi del Covid-19

Mercoledì 3 Febbraio va in onda su Noi Tv e sui canali social de La Versiliana e del Comune di Pietrasanta il Concerto di San Biagio presso la Chiesa di Sant’Agostino di Pietrasanta, con la direzione di Michael Guttman e la partecipazione dell’orchestra d’archi dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “Luigi Boccherini” di Lucca.

Con il Covid-19 è venuta meno la ritualità, quella quotidiana e quella straordinaria del tempo della festa. L’atto di andare a teatro, di essere parte integrante di uno spettacolo unico e irripetibile, di farsi pubblico vivo e capace di influenzare la resa degli interpreti, sembra quasi un ricordo. Lo spettacolo dal vivo ha avuto solo due possibilità: o cadere in un pericoloso letargo per svegliarsi in tempi migliori o continuare a esibirsi rischiando di snaturarsi e/o trasformarsi in qualcosa di diverso, accettando occhi virtuali, gestendo il rimbombo di sale vuote, privandosi degli applausi, dei commenti, dei sussurri, dei colpi di tosse.

Il Concerto di San Biagio

La Versiliana sceglie la seconda opzione rendendo possibile, anche se in modo insolito, un rito annuale, amato e atteso da tutti i cittadini: la festa del Santo Patrono. Grazie a Michael Guttman e all’orchestra d’archi dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “Luigi Boccherini” il pubblico ha avuto modo di prendere parte all’evento.

Michael Guttman
© Camilla Maria Santini

La visione è stata arricchita da un occhio registico che ha reso visibile non solo l’insieme ma anche i dettagli: gli archetti, le mani, gli occhi dei musicisti e gli elementi architettonici della bella Chiesa di Sant’Agostino. Lo spettatore non ha potuto scegliere attivamente su chi e cosa focalizzarsi ma la visione “passiva” via schermo non gli è del resto estranea se si pensa ai concerti trasmessi in Tv o proiettati sui grandi schermi. Si potrebbe riflettere su una rinascita della video-arte che, se per molti è mero strumento funzionale, ha un grande potenziale espressivo e un importante valore storico.

Il programma

Per il Concerto di San Biagio, Michael Guttman ha proposto n programma interessante, di piacevole fruizione anche domestica sia per il cultore sia per il profano: Pachelbel, Mozart, Elgar, Britten e Holst nella brillante direzione di Guttman che, come spesso si è visto in occasione della rassegna estiva da lui diretta – Pietrasanta in Concerto – mai rinuncia ai ritmi vivaci e incalzanti e al pizzicato.

Non si rinuncia infine alla multidisciplina: arte, musica, video ma anche i passi danzanti di Tamara Fragale su coreografia di Adria Ferrali. La danza riempie gli spazi della chiesa come a richiamare l’evento festivo in una sorta di ballo di gala. Tramite la video-arte e il montaggio, danza, musica e città si connettono tra loro e intraprendono un dialogo tra esterni e interni, tra luce del giorno e buio della sala. Pietrasanta si celebra ancora una volta come luogo d’arte.

Pietrasanta, 3 febbraio 2021.

Benedetta Colasanti

CONCERTO DI SAN BIAGIO – Direttore e violino solista: Michael Guttmann; con Orchestra d’archi dell’ISSM “L. Boccherini”; Alberto Bologni, Alice Palese, Chiara Mura, Enrico Giovannini (violini primi); Luca Celoni, Irene Vecoli, Gabriele Liscia, Giulia Bartalini (violini secondi); Andrè Pisani, Niccolò. Corsaro, Elisabetta Cordoni (viole); Francesca Gaddi, Leonardo Giovannini, Larisa Alexandra Vieru (violoncelli); Luca Riccomini (contrabbasso); coreografie: Adria Ferrali; performer: Tamara Fragale; con il sostegno di: Fondazione La Versiliana, Comune di Pietrasanta.