Music Awards 2014, il meglio della musica italiana in tv

7 anni fa
4 Giugno 2014
di admin

Conti-IncontradaOrmai definitivamente orfani di quell’istituzione chiamata “Festivalbar” da diversi anni a questa parte, l’arrivo dell’estate, dal punto di vista della musica in tv è diventata gelida quando un inverno in Alaska, tranne che per la presenza di una timida serata, quella dei “Music Awards”, a quanto pare non più associati ad un noto gestore telefonico.

Si è appena conclusa l’edizione 2014 su Raiuno, ancora una volta condotta da Carlo Conti e Vanessa Incontrada che hanno chiamato sul palco del Foro Italico una schiera di artisti, per la maggior parte nazionali, meritevoli di ricevere premi per le vendite dei loro album, riempiendo senza fatica circa quattro ore di trasmissione e dedicando effettivamente tutto alla musica, senza micidiali interruzioni come purtroppo il Sanremo degli ultimi anni insegna.

Ovviamente a prendersi microfono e riflettori sono stati per la maggior parte i soliti noti che da anni a questa parte infiammano palazzetti ed emittenti radiofoniche con la loro voce, a cominciare dai Modà, principi delle classifiche, fino a Ligabue, etichettato come il più trasmesso dalle radio, passando per una folta schiera di “Amici di Maria De Filippi”, da Emma Marrone, reduce dagli insuccessi clamorosi dell’Eurovision Song Contest ad Alessandra Amoroso che in realtà non ha fatto il botto col suo album scritto da Tiziano Ferro, da Moreno, che ha appena lasciato i panni di leader di una squadra del talent che lo ha visto trionfare, fino ai Dear Jack, nuovo gruppo emergente il cui boss è arrivato secondo all’ultima edizione del talent made in Mediaset.

Sul fronte napoletano hanno partecipato al programma Pino Daniele, con tanto di James Senese al seguito, nonchè Gigi D’alessio, entrambi con brani di certo non nuovissimi, ma le vere star sono state Francesco Renga, che ha duettato anche con Elisa, autrice del suo brano sanremese, Biagio Antonacci, sempre ai primi posti delle charts ed un’inedita Arisa bionda che ha riproposto il brano con il quale ha strappato ai suoi rivali la vittoria sul palco dell’Ariston.

Lorde_in_Seattle_2013_-1Due le proposte internazionali che hanno preso parte alla trasmissione, ovvero un’interessantissima Lorde, che ha offerto un’eccellente performance del suo notissimo brano “Royals”, nonché Gorge Ezra con “Budapest”, ed un contest per premiare il miglior artista della next generation: tra Alessandro Casillo, i Moderni e Greta, è stata quest’ultima ad aggiudicarsi il riconoscimento, con l’augurio che le porte del successo si possano finalmente aprire.

Regina indiscussa della serata è stata però Laura Pausini con ben tra uscite e addirittura degli estratti video dalla sua recente trasmissione televisiva con la quale ha celebrato il suo ventennale, nonché diverse esibizioni che hanno infiammato il pubblico, decretando ancora una volta il successo di un’artista semplice eppure internazionale.

Non tutti gli ospiti/vincitori hanno avuto modo di presentare veri e propri singoli estivi, una ragione per la quale sarebbe interessante pensare effettivamente ad un programma che possa dar spazio alla musica nuova in tv e promuovere vere novità, dando l’opportunità magari non soltanto agli artisti costantemente ai vertici delle classifiche di mostrare i propri lavori.

Il sorriso coinvolgente della Incontrada e la grande professionalità di Carlo Conti, hanno condito bene una lunga serata fatta di musica senza far pesare troppo l’eccessiva durata: si spera che anche il prossimo Sanremo, nelle mani finalmente del conduttore di punta di mamma Rai, possa in qualche modo svecchiarsi e contare su ritmi decisamente più vispi.

Gaetano Cutri