Paura: due giovani piemontesi la raccontano con un cortometraggio

4 mesi fa
4 Dicembre 2020
di antonio gargiulo

Christian Carere e Luca Vigna Lasina raccontano le emozioni del momento

Entusiasmo il 29 novembre sui social per la presentazione del cortometraggio “Paura della Paura” diretto da Luca Vigna Lasina, interpretato da Christian Carere e interamente girato a Quincinetto. L’idea progettuale è nata da Christian Carere che in un momento difficile ha voluto esternare i suoi sentimenti. Il testo, scritto con l’aiuto di Rino Patti, vuole raccontare l’esperienza vissuta in prima persona dall’attore protagonista, poi interpretato visivamente da Luca Vigna Lasina e sinfonicamente da Paride d’Angelo. I lavori, durati circa un mese, sono serviti per le riprese, le registrazioni audio e il montaggio.

Tra paure e desideri

Nel video si esprimono paure e desideri, ma ciò che emerge sono la forza di esternare i propri sentimenti e la capacità di reagire alle difficoltà per poter rinascere.
Non a caso “Paura della Paura”. Infatti nell’antico dialetto quincinettese era presente il detto ‘paùra de la paùra’ un modo per trasmettere la propria instabilità, un sentimento che accomuna molte persone in questo periodo.

#pauradellapaura un hastag per il momento difficile

#pauradellapaura diventa anche un hashtag per condividere questo messaggio e sostenersi a vicenda.
<> dichiara Christian Carere.

Una storia di giovane impegnato

<> conclude Luca Vigna Lasina.

Tra allenamenti e prove musicali

Calciatore e musicista da sempre. Il raggiungimento della massima forma accomuna entrambe le passioni tant’è che le giornate si dividono in allenamenti intensivi prima di scuola e musica doposcuola dalla chitarra alla console da DJ. Il lockdown di marzo è passato con lo sviluppo di vari progetti, musica e video. Il 2020 è stato un anno di studio e progettazione nell’attesa del nuovo anno, il 2021.

Una passione lunga una giovanissima vita

Ho sempre avuto la passione di interpretare… di mutare sempre, di sentirmi sempre qualcun’altro… non perché mi mancasse qualcosa, ma perché ho sempre amato recitare. Ho iniziato a studiare e a maturare la mia passione l’anno scorso, quando sono entrato al Liceo Germana Erba, di Torino, che mi sta permettendo in ogni modo di diventare un’artista a 360 gradi. Ho cambiato circa 4/5 scuole prima di trovare ciò che davvero faccio col cuore, ma ora resta solo che compiere.

Il corto che abbiamo raccontato è visionabile a questo link. Seguici anche su Facebook