Presentata la nuova stagione del Teatro Tasso

7 anni fa
13 Novembre 2013
di admin

teatro-tasso_teatro_dettaglio_tIl Teatro Tasso presenta la stagione 2013/2014 e non tradisce le aspettative. La sala del Vomero arrivata al diciottesimo anno di attività rispetta la propria politica e propone un misto di classici a lavori inediti, puntando al massimo sui giovani, senza paura di osare.

Il cartellone si apre a Dicembre, il 13 e il 14 daranno il via la compagnia GAG produzioni che porterà in scena l’opera di Neil Simon “A piedi nudi nel parco”. I ragazzi di questa giovane compagnia ammettono di aver lavorato in maniera del tutto originale sul testo e sulla regia, proponendo una rivisitazione moderna da sitcom americana e con un lavoro cooperativo in fase di direzione della scena.

Nel pieno delle feste natalizie sarà sul palco la compagnia “Alti & Bassi” con lo spettacolo “Chi vivrà vedrà…” diretta dalla mano esperta di Mimmo Sepe, che ci tiene a precisare: “Io sono un attore, raramente mi sono avvicinato alla regia, ma credo che con il lavoro di tanti anni possa dare un po’ di esperienza a questi ragazzi nei quali vedo molto talento”. “Chi vivrà vedrà…” è la classica commedia degli equivoci con molti riferimenti al mondo giovanile e ai social network.

A seguire il primo dei tre spettacoli della Compagnia Stabile Teatro Tasso, che porterà in scena dal 25 al 26 gennaio, il primo classico, tratto da i “Racconti del terrore” di Edgar Allan Poe, rielaborato dal direttore artistico del Tasso, Giampiero Notarangelo e dal titolo “Il manicomio del terrore”, in cui i vari personaggi racconteranno una delle storie dell’autore americano. Gli altri due spettacoli saranno “I giganti della montagna” di Pirandello del 22 e 23 Febbraio, e “La tempesta” di Shakespeare dal 12 al 13 Aprile in chiusura di cartellone: “Abbiamo scelto tre opere arrivate alla fine della carriera di questi scrittori – spiega Giampiero Notarangelo – un modo per spiegare la difficoltà di fare arte e di farsi capire”.

Il 15 e 16 Febbraio ci sarà Giorgio Gori con “Hotel Royal” altro capolavoro di Neil Simon, tre atti unici legati da un’unica stanza di albergo. Dal 1 al 2 Marzo la Compagnia Hora Secunda con “Corpi violati” due atti unici: il primo “Il Giardino” ispirato ad alcuni eventi della vita di Oscar Wilde, il secondo “Camelot” è invece sulla figura di John Fitzgerald Kennedy. Dal 5 al 6 Aprile torna Giorgio Gori, questa volta accompagnato dalla ballerina Noemi Calvino, nello spettacolo “E se la vita fosse…!!?”.

Francesco Di Maso