Teatrodante Carlo Monni: la stagione 2016/2017

4 anni fa
15 Settembre 2016
di mariagiovanna

Presentato il nuovo cartellone del Teatrodante di Campi Bisenzio, in scena il mondo contemporaneo tra vizi e virtù.

Una realtà che continua a consolidarsi quella del Teatrodante Carlo Monni, che propone dal 29 ottobre all’8 aprile, in sinergia con il Comune, un’indagine sulla società moderna attraverso 11 commedie, di cui sei in prima toscana, e due nuove produzioni del teatro, in prima nazionale, firmate dal direttore artistico Andrea Bruno Savelli. Il titolo scelto è Il mare d’inverno, metafora di un teatro che vuol essere oasi personale non solo di divertimento ma anche di approfondimento.

L’apertura quest’anno è affidata a Renato Pozzetto, cantastorie dal linguaggio surreale e stralunato tra canzoni, gag e vecchi film in “Siccome l’altro è impegnato” (29.10). Secondo appuntamento con Anna Galena e Enzo Decaro, volti noti di cinema e tv, nella commedia del drammaturgo Foster “Diamoci del tu”, sul tema della solitudine (17.11). Sarà poi la volta della coppia Giulio Scarpati e Valeria Solarino nei celebri panni che furono di Sophia Loren e Marcello Mastroianni nel capolavoro di Ettore Scola “Una giornata particolare”, storia di due emarginati dalla società che si trovano in un unisono di anime (13.12). Il 2017 si aprirà con Ettore Bassi che con “Il Sindaco Pescatore” interpreterà l’eroe Angelo Vassallo, primo cittadino di Pollica, ucciso dalla camorra a causa della sua lotta all’illegalità e alla criminalità in Campania (4.01, prima toscana). Si continua il nuovo anno con Anna Bonaiuto, Manuela Mandracchia e Vanessa Gravina che porteranno in scena “Le serve” di Jean Genet, indagine sulla violenza raccontata in un continuo ribaltamento fra essere e apparire, in una perfetta macchina teatrale (21.01). Maria Amelia Monti e Paolo Calabresi si destreggeranno, invece, tra i problemi di una coppia attuale in “Nudi e crudi”, testo ironico del drammaturgo inglese Alan Bennett, per la regia di Serena Sinigaglia (2.02); mentre Marco Bocci si calerà nei panni di “Modigliani”, tra malattie, amori e gli eccessi tipici degli inizi del Novecento a Parigi, accompagnato sul palco da alcuni studenti campigiani coinvolti nel progetto (10.02).

Ma il Teatrodante rimane fedele anche alle nuove produzioni tutte firmate da Andrea Bruno Savelli e testimoniate in cartellone da: “Io ci sono”, racconto della storia di Lucia Annibali, l’avvocato sfregiato dall’acido, che si è fatta portavoce dei diritti delle donne contro la violenza (25-26.11); “Tre uomini e una culla”, con Andrea Bruno Savelli, Alessandro Riccio, Lorenzo Baglioni e Nicola Pecci, brillante commedia in cui tre allegri ragazzi ‘ultra-trentenni’ vivono alla giornata alla ricerca del divertimento, in una riflessione sull’universo maschile contemporaneo tra incertezze e desideri (25 e 26.02); e “Mazinga vs Goldrake”, con Massimo Ceccherini e Alessandro Paci. I due, dopo “Pinocchio”, torneranno ad affrontare i miti dell’infanzia, impersonando due robot che, per una volta, invece di salvare la terra combattendo contro nemici esterni, affrontano la battaglia più dura, quella contro i mostri nascosti dentro ognuno di noi (30.3-1.04). Chiude la stagione Sandra Milo che l’8 aprile, insieme a Giorgia Wurth e Emiliano Reggente, sarà in scena in prima toscana con “100m2” di Juan Carlos Rubio, commedia divertente che mette a confronto due donne dai punti di vista distanti.

Il Teatrodante Carlo Monni, non accontentandosi, ecco che propone al suo pubblico di poter usufruire durante gli spettacoli di prosa del servizio ‘Fiabe della Buonanotte’, un baby parking gestito dal Centro Iniziative Teatrali per bambini dai 3 anni in su. Inoltre sarà possibile utilizzare un servizio navetta gratuito per Firenze, gentilmente offerto dalla Fratellanza Popolare di San Donnino.

È’ possibile consultare la stagione completa del teatro sul sito  www.teatrodante.it

Mara Marchi