“The Two Towers”, il concerto-proiezione dell’Opera di Firenze 2.0

4 anni fa
15 Febbraio 2017
di mariagiovanna

Il secondo film della trilogia cinematografica capolavoro di Peter Jackson, torna al Mandela Forum con colonna sonora eseguita dal vivo dall’Orchestra del Maggio Fiorentino.

Il secondo capitolo del concerto-proiezione de “Il Signore degli Anelli” torna ad essere presentato negli spazi del Nelson Mandela Forum di Firenze. “The Two Towers”, film del 2002 tratto dall’omonima seconda parte del romanzo di Tolkien e diretto da Peter Jackson, è ancora una volta accompagnato dalla colonna sonora eseguita dal vivo dall’Orchestra e i Cori del Maggio Musicale Fiorentino. A novembre, con grande successo, era stato presentato “Lord of the Rings: The Fellowship of the Ring”, il primo della trilogia. A guidare la composizione del canadese premio oscar Howard Leslie Shore è ancora Shih-Hung Young, il direttore di musica sinfonica, lirica e da film di Taiwan laureato alla prestigiosa Juiliard Shool.

Le due torri_-_Pietro_Paolini_940x440

Il film, proiettato in hd in lingua originale e sottotitolato in italiano, riprende la storia in cui Frodo e Sam continuano il loro viaggio verso Mordor accompagnati dal Gollum-Sméagol, il personaggio perennemente in bilico tra bene e male; egli asseconda l’impresa del «padrone» di distruggere l’unico anello forgiato da Sauron ma, allo stesso tempo, sente il bisogno di riappropriarsi di quel «tesoro» che gli apparteneva. Aragorn, Legolas e Gimli, nella strada per andare in soccorso di Rohan attaccata dagli Uruk-hai e dagli orchi di Saruman, scoprono che la guida che credevano di aver perduto in uno scontro contro le forze oscure, è tornata per aiutarli nell’impresa («Io sono Gandalf il Bianco e ritorno da voi ora, al mutare della marea»). La storia, dunque, procede su tre fili narrativi paralleli: da una parte i due Hobbit, dall’altra le azioni dell’elfo figlio del re Thranduil, il nano della dinastia di Durin e il discendente di Gondor e, infine, Merry e Pipino che pianificano un attacco a Isengard aiutati dalla saggezza di Barbalbero.

È ancora Lorenzo Fratini il direttore di un copioso coro costituito non solo da adulti ma dalle delicatissime voci bianche del Maggio le cui potenzialità, espressive e interpretative, risultano fondamentali per l’esito dell’esecuzione dell’opera sinfonica che porta la firma del Maestro Shore.

le due torri inst

Quasi con un tempismo perfetto rispetto alle scelte di stagione del Teatro dell’Opera di Firenze, sul canale social di Instagram sono state condivise le foto di una curiosa reunion. Dominic Monaghan, Orlando Bloom, Elijah Wood, Billy Boyd e Viggo Mortesen (rispettivamente Merry, Legolas, Frodo, Pipino e Aaragorn) si sono riuniti in un locale, esattamente quindici anni dopo l’esordio del primo film della trilogia, a combattere un immaginario Troll delle caverne muniti di sole forchette. La notizia, visti i fan sia del genere che della saga, ha fatto ancora una volta enorme successo. 

Firenze – Teatro Dell’Opera di Firenze, 28 gennaio 2017

Laura Sciortino

IL SIGNORE DEGLI ANELLI, LE DUE TORRIDirettore: Shih-Hung Young; maestro del Coro: Lorenzo Fratini; Soprano: Kaitlyn Lusk; Orchestra Coro e Coro delle voci bianche del Maggio Musicale Fiorentino.